marsia_int

Marco Chicchiani

Marsia è un insediamento nato da un consorzio turistico abruzzese localizzato all’interno del territorio Marsicano della provincia di L’aquila nel comune di Tagliacozzo e più precisamente facente parte dell’amministrazione separata della frazione di Roccacerro nell’area ovest più elevata del comune tra i 1500 e 1400 m s.l.m.

In generale il lavoro svolto affronta un ragionamento critico e costruttivo in grado di fornire delle considerazioni e affrontare delle problematiche che riguardano i alcuni insediamenti montani similari sorti intorno agli ’60 e ‘70 sulla base del modello tradizionale di sviluppo turistico andando poi a focalizzarsi su Tagliacozzo e il problema di Marsia.

Il principale elemento di richiamo economico che ha portato alla nascita del consorzio Marsia è da ricercare nella crescente domanda del turismo invernale legato allo sci che a partire dalla fine degli anni ‘40 ha rappresentato un’opportunità di sviluppo per numerosi insediamenti montani italiani legati alle attività sciistiche. Gli anni ’70,’80 hanno rappresentato un periodo di forte sviluppo economico dove Marsia divenne una meta turistica legata allo sci con strutture, attrezzature, servizi e infrastrutture tali da renderla molto competitiva anche grazie alla stretta vicinanza con la Capitale. Già a partire dagli anni ’90 si assiste al successivo declino economico dell’area di Marsia a causa di molteplici problematiche endogene ed esogene all’insediamento: contrasti tra gestori e amministratori del consorzio, nascita di nuovi insediamenti turistici montani più competitivi, il fine tecnico degli impianti di risalita, arresto dello sviluppo infrastrutturale e problemi legati a fattori climatici.

Gli effetti indesiderati provocati dallo spreco di suolo del modello di sviluppo tradizionale del turismo vanno a toccare problematiche strettamente legate alle infrastrutture, risorse naturali, inquinamento, disagio sociale, soldi pubblici di gestione ecc. Si sottolinea come il problema più in generale non rappresenti solo il caso isolato di Marsia ma investe anche molti altri analoghi centri turistici riversati all’interno dell’area degli appennini centrali. La crisi dei centri turistici montani rappresenta anche un problema sulle Alpi e quindi in relazione ai fattori climatici sull’innalzamento delle temperature sugli Appennini il problema è ancor più grave.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *